Prevenzione del tumore al seno con fenretinide

Novembre 2007

La Fondazione ha accolto l’appello del Prof. Veronesi impegnandosi a finanziare un importante studio di prevenzione dei tumori al seno nelle giovani donne ad altissimo rischio, con la somministrazione di Fenretinide ( un derivato della vitamina A).

Grazie agli studi sulla genetica sappiamo che le donne che presentano una alterazione di due geni specifici (BRCA 1 e 2) hanno un rischio particolarmente elevato di sviluppare un tumore al seno.

Questo derivato della vitamina A, già usato con successo in pazienti malate, sembra essere molto efficace per una prevenzione primaria, per impedire cioè che il tumore si sviluppi.

E  la maggior efficacia è stata dimostrata  in donne di età compresa tra i 25 e i 50 anni.

Lo studio, finanziato dalla Fondazione con l’importo di € 150.000 per il primo anno, è di grandi dimensioni: coinvolge 13 centri oncologici italiani, coordinati dall’Istituto Europeo di Oncologia, ed ha la durata di 5 anni di trattamento, ed un successivo periodo di osservazione di ulteriori 10 anni.

L’impatto clinico di questo studio è molto importante: se l’intuizione del Prof. Veronesi verrà confermata dai fatti,  le giovani donne ad elevato rischio  potranno essere protette dall’insorgenza del tumore al seno.

Per ricevere maggiori informazioni sullo studio

Numero verde 800 83 12 33

CONDIVIDI ora: